Carlo Pagliani, dopo circa 30 anni di carriera nell’Investment Banking con BNP Paribas e Morgan Stanley, nel 2013 costituisce insieme ad altri 4 soci Space Holding, società promotrice di SPAC (Special Porpouse Acquisition Company).
Nel 2013 viene quotata in Borsa la prima SPAC, denominata Space, con una raccolta di €130 milioni da svariati investitori. In giugno 2015 Space si fonde con FILA.
Nello stesso anno viene quotata Space 2 (con una dotazione di €300 milioni) che nel 2016 si fonde con AVIO.
Nel 2017 viene costituita tramite scissione Space 3 (con la dotazione residua di €150 milioni dall’operazione Avio), che è in attesa di annunciare una nuova Business Combination.

Carlo Pagliani si laurea all’Università Luigi Bocconi nel 1985,

con una tesi sul ruolo delle Merchant Bank ed Accepting House sui mercati finanziari (voto di Laurea 107/110).

Nello stesso anno viene assunto a Londra da Hambros Bank,

nella divisione che si occupa di emissioni obbligazionarie per conto di clienti italiani.

Nel 1987 passa a Paribas Capital Markets,

filiale londinese della rinomata banca francese.

Nel 1992 si trasferisce a Milano presso Banque Paribas, come Vice-Direttore Generale.

 

Nel 1998 viene assunto da Morgan Stanley nel team di Investment Banking,

con il titolo di Executive Director.

Nel 2000 viene nominato Managing Director di Morgan Stanley,

la carica più alta all’interno della banca americana, con responsabilità di gestire la copertura dei maggiori clienti privati italiani. Negli anni successivi, si occupa di alcune delle principali operazioni di fusioni e acquisizioni, nonché di collocamenti azionari e IPO.

Nel Marzo 2013 Carlo Pagliani lascia Morgan Stanley e costituisce, insieme ad altri 5 soci, Space Holding, di cui diviene consigliere.

La società si occupa inizialmente di promuovere una nuova SPAC (Special Purpose Acquisition Company) sul mercato italiano.

Nel dicembre 2013 viene quotata Space S.p.A.,

la prima SPAC di diritto italiano quotata su un mercato regolamentato con una dotazione di € 130 milioni raccolti da più di 50 investitori italiani ed internazionali.

Carlo Pagliani entra nel Consiglio di Amministrazione di Space S.p.A.

e insieme agli altri partner di Space Holding inizia la ricerca di una società target.

Nel dicembre 2014 entra nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Umberto Veronesi,

di cui era già nel Comitato strategico.

Nel gennaio 2015 viene annunciata la fusione tra Space e F.I.L.A.,

Fabbrica Italiana Lapis e Affini, tra i leader mondiali della produzione e commercializzazione di prodotti per la creatività dei bambini.

Nel luglio 2015 viene quotata Space2,

la seconda SPAC promossa da Space Holding con una dotazione di €300 milioni, la maggiore SPAC mai lanciata sul mercato italiano.

Nell‘agosto 2015 Carlo Pagliani entra nel CdA di Space2

e sempre con i partner di Space Holding, inizia la ricerca di una nuova target per Space2.

Nell’ottobre 2016 viene annunciata la fusione con Avio,

azienda leader nel settore dei lanciatori spaziali.

Nell’aprile 2017 viene quotata tramite scissione Space3.

Utilizzando la dotazione residua di € 150 milioni di Space2. Carlo Pagliani entra nel Consiglio di Amministrazione di Space3.